Chiesa della Madonna della Croce

 

E’ una costruzione rurale che si trova nei pressi di un bivio stradale, un antico tratturo, come lo è la chiesa stessa, e documentato dalle finestra quadrate ad altezza d’uomo che permettevano, allo stesso tempo di partecipare alla funzione religiosa e di dare un occhio al gregge; ulteriore testimonianza è il portale dalle linee semplicissime, dalla finestra superiore e dalla linea terminale della cornice composta da una semicurva e definita da un piccolo campanile a vela.

L’interno è monoaula, con tetto a vista; vi si trovano una serie di statue dei Santi Pietro e Paolo e due altari anch’essi con statue, ben definiti nei loro particolari.

 

“MADONNE DE LA CROCE, ARCUNZACRÀTE”

Chi sso’ che le ddu’ téste curunàte,
cli libbre mmàne e nghe li sguàrde dóce,
che, nghe Sam Bitre e Ppávele alli làte,
te lódene, o Madonne de la Cróce..?

La spére, sull’ altàre arcunzacràte,
schiarisce lu zuffitte culor-nóce.
Da nu stùcche di jésse, accafucchiàte,
lu Patratérne fa sindì la vóce.

Da la véle dlu tózze cambanile
rendocc’argende na cambàna ci che,
a stu pahése, come nu bbalive.

A cquà la Féde tê’ sapore andìche:
e ccéle e ttérre arennudé stu file
pure gna ci crisscéve la reddìche.


Giuseppe Tontodonati
San Valentino in A. C.
14 settembre 1988

 


Ultime Notizie

Utilità